Assicurazioni online: quali vantaggi offrono e come difendersi dalle truffe

Assicurazioni online: quali vantaggi offrono e come difendersi dalle truffe

Il boom delle assicurazioni online avvenuto negli ultimi anni ha coinvolto tutti i principali rami assicurativi, dalle polizze RC auto e moto alle assicurazioni per la casa, i viaggi e le polizze vita. Oggi acquistare una copertura online è davvero semplice e veloce, con tanti vantaggi in termini di comodità e risparmio economico.

Tuttavia sono in aumento anche le truffe online, infatti se nel 2019 i siti web fraudolenti individuati e bloccati dall’Ivass erano stati 168, nel 2020 questo numero è salito a 241. SI tratta di un fenomeno in crescita, legato all’incremento dell’utilizzo di internet per l’acquisto di polizze assicurative da parte dei consumatori.

Per difendersi esistono alcune regole da seguire, accorgimenti importanti che consentono di evitare raggiri e frodi quando si stipula un’assicurazione sul web. In questo modo è possibile usufruire dei benefici offerti dalle polizze online, senza rischiare di cadere nelle mani dei truffatori.

Come evitare le truffe quando si cerca una polizza online

Secondo i professionisti di 6sicuro, sito web specializzato nel confronto delle assicurazioni online, le polizze assicurative digitali offrono vantaggi innegabili per i consumatori. Allo stesso tempo, è importante prestare attenzione quando si richiede un preventivo su internet, oppure quando si ricevono offerte e promozioni tramite i canali online.

Innanzitutto, bisogna confrontare le polizze online soltanto sui portali web dei broker assicurativi e intermediari autorizzati, verificando sempre le credenziali dell’operatore che gestisce la piattaforma. Intermediari e broker assicurativi, infatti, devono essere iscritti al RUI, il Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi, inoltre devono essere sottoposti alla vigilanza da parte dell’Ivass.

Inoltre, è necessario essere diffidenti quando si ricevono proposte assicurative tramite i canali online, soprattutto quando le offerte veicolate tramite piattaforme come WhatsApp, Facebook e Instagram sono prive dei riferimenti identificativi della compagnia o dell’intermediario assicurativo. Un segnale di allarme sono le tariffe con un prezzo troppo basso, in quanto un’offerta fuori mercato può nascondere una truffa.

Anche i pagamenti irregolari sono un campanello d’allarme da non ignorare, ad esempio quando falsi intermediari e assicuratori chiedono di corrispondere l’importo del premio verso carta di credito o prepagata. I controlli delle credenziali si possono effettuare tramite le banche dati dell’Ivass, in più è consigliabile verificare la reputazione dell’operatore su internet, controllando le recensioni online ed eventuali segnalazioni negative presenti in rete.

Gli strumenti per i consumatori contro le truffe assicurative online

Come indicato nel resoconto dell’audizione presso la Commissione Parlamentare di inchiesta sulla Tutela dei Consumatori e degli Utenti del consigliere dell’Ivass Riccardo Cesari di marzo 2022, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni è dotato di cinque importanti strumenti a difesa degli interessi e dei diritti dei consumatori e degli utenti rispetto ai prodotti assicurativi e ai relativi strumenti di vendita.

Uno di questi è il Contact Center dell’Ivass, un servizio presso il quale trovare assistenza immediata in caso di dubbi e problemi sulle assicurazioni. Il servizio è disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 14.30, basta contattare il numero verde 800 486 661, per il quale i dati ufficiali indicano un tempo di attesa medio di 14 secondi e una media mensile di 1.990 chiamate (fonte Ivass dati 2021).

Un altro strumento utile per i consumatori è l’elenco dei siti web di intermediazione assicurativa irregolari, aggiornato regolarmente e disponibile in formato PDF sul portale online Ivass.it. All’interno della lista si possono trovare tutti i siti internet non conformi alle leggi, un supporto fondamentale per verificare se la piattaforma nella quale si è trovata un’offerta apparentemente conveniente potrebbe essere illegale.

L’Istituto svolge anche attività educative rivolte all’alfabetizzazione assicurativa degli italiani, allo scopo di rendere i consumatori più consapevoli rispetto ai comportamenti scorretti e ai tentativi di truffa. Anche molti intermediari e broker assicurativi sono impegnati in questa battaglia, proponendo all’interno dei rispettivi siti web un’informazione di qualità per migliorare l’educazione assicurativa e contrastare le frodi.