Bulloneria: cos'è?

Bulloneria: cos’è?

Per bulloneria, generalmente, si intende l’insieme degli organi di fissaggio che presentano delle filettature.
Gli elementi in questione sono tutti i tipi di bulloni e i relativi componenti usati in contesto meccanico. Ma come si può definire un bullone?
Un bullone è un elemento metallico di fissaggio formato da due parti, un maschio e una femmina.
L’elemento maschio è costituito da una vite che generalmente presenta una testa dalla forma esagonale, mentre l’elemento femmina è chiamato dado ed è a forma esagonale con un foro in mezzo in cui è ricavata la filettatura complementare della parte maschile.
La vite dell’elemento maschile attraversa quindi il foro e viene bloccata dal dado.

L’assortimento di bulloni e affini è molto vasto, pertanto è necessario conoscere a fondo questo ambito in modo da non sbagliarsi nel caso fossero necessari degli specifici elementi per montare o aggiustare qualcosa.
La bulloneria si divide in due grandi tipologie, ossia bulloneria normalizzata e speciale: la bulloneria normalizzata comprende elementi che presentano caratteristiche ben definite da leggi internazionali, mentre la bulloneria speciale ha disegni e progetti realizzati su misura in base alle necessità dei clienti; ovviamente questo tipo di bulloneria prevede costi superiori.

Produzione

I processi utilizzati per creare i vari tipi di bullonerie e viterie sono essenzialmente divisibili in tre macro-categorie:

-realizzazione per asportazione di truciolo.
-realizzazione per deformazione plastica a caldo
-realizzazione per deformazione plastica a freddo.

Queste sono le tre generali tipologie di procedimento per la creazione degli elementi meccanici di collegamento, tuttavia non è raro che per la produzione di alcuni di questi oggetti si ricorra a più di uno di questi processi.

Materiali

I materiali utilizzati per la realizzazione di bulloneria sia normalizzata che speciale sono materiali duri ma soprattutto resistenti, perché devono rimanere ben saldi e non possono rompersi o deformarsi, nè tantomeno corrodersi: è necessario che questi elementi siano resistenti all’acqua e all’aria, senza essere compromessi da questi o altri agenti.

I materiali che non risentono delle influenze ambientali sono per esempio l’acciaio inox (acciaio inossidabile) o il bronzo, ma queste non sono le uniche soluzioni: è infatti possibile ricavare bulloneria anche da altre leghe metalliche, a patto che queste vengano rivestite attraverso trattamenti specifici, come per esempio la zincatura o la nichelatura, che sono processi utili alla riduzione del pericolo di corrosione degli elementi metallici.

Tra i metalli più adatti alla produzione di bulloneria e viteria ci sono quindi l’acciaio e il bronzo, come abbiamo già accennato prima; ma c’è anche l’ottone, il titanio, e in particolari casi anche il Nylon (per elementi sottoposti a piccole sollecitazioni) o il vetro, utile a causa della sua bassa conducibilità elettrica.

Tipologie di bulloneria

I bulloni sono anch’essi divisibili per forma, caratteristiche tecniche e scopo. La tipologia di bulloni più tipica è quella a testa esagonale, che grazie alla sua versatilità viene utilizzata sia nelle riparazioni che nelle costruzioni di oggetti. Un altro tipo di bullone è quello a testa quadrata, usato solitamente in ambito di fissaggio o per scopi puramente estetici.

I bulloni con flangia, invece, presentano una testa esagonale e una rondella. Questo tipo di bullone è utile quando i fori degi elementi da congiungere sono disallineati. Ancora un’altra categoria di bulloni è rappresentata dai bulloni per carpenteria, che hanno un gambo più corto e sono larghi e studiati appositamente per unire lastre di acciaio.

L’ultima tipologia che presentiamo è quella dei bulloni a testa tonda con quadro sottesa. Questo tipo di bullone è usato in ambito di falegnameria, anche se le sue caratteristiche permettono di adeguarsi anche a materiali metallici. Questi bulloni sono utilizzati soprattutto per motivi estetici.

Consigli

Questa era una breve guida esaustiva destinata a chi avesse bisogno di informazioni sugli articoli di fissaggio: nel caso vi fosse anche la necessità di acquistare elementi specifici di bulloneria, consigliamo agli interessati di consultare le informazioni presenti sul sito
www.bulloneriavilla.it, nel quale vengono presentati gli articoli in vendita e i contatti dell’azienda