Come eliminare le termiti l’importanza della prevenzione

Come eliminare le termiti: l’importanza della prevenzione

Termite: insetto fastidioso e pericoloso

Le termiti sono individuate scientificamente come “insetti sociali polimorfi”, perché vivono in colonie formate da circa 1000-2000 individui e si distinguono in due specie dall’aspetto differente.

Sono insetti xilofagi, si nutrono cioè di legno e suoi derivati, come carta, gesso e cartongesso. Sono talmente distruttive che possono essere molto pericolose: se attaccano una struttura creano danni strutturali irreversibili e possono farla letteralmente crollare in pochi mesi.

Caratteristiche delle termiti del legno

Le termiti del legno in casa si muovono prevalentemente di notte, necessitano di un ambiente umido e buio, e non sono facilmente individuabili. Agiscono senza che ci si possa rendere conto della loro presenza se non quando il danno è ormai stato fatto.

Il nido delle termiti è formato, come gerarchia, dalla regina e dal re che sono i fondatori della colonia, a loro si uniscono i soldati e le termiti alate. I soldati hanno dimensioni più piccole, la termite alata vola via nel periodo estivo per formare una nuova colonia.

Le termiti si dividono in due specie:

  • Termiti del legno secco: vivono in colonia nel legno che hanno attaccato. Questa specie non ha contatto con il suolo e ottiene l’umidità di cui ha bisogno direttamente dal legno. Attaccano superfici secche come mobili, travi, parquet, infissi, soppalchi, materiale cartaceo.
  • Le termiti sotterranee: fanno il loro nido nel terreno costruendo dei tunnel sotterranei ed esterni. Attaccano superfici molto umide, come legni a contatto con il suolo.
Come eliminare le termiti
A: re primario; B: regina primaria; C: regina secondaria;
D: regina terziaria; E: soldati; F: operaia

Come agiscono le termiti

Le termiti attaccano tutte le specie legnose consumandole pian piano. Agiscono mangiando dall’interno verso l’esterno, lasciando così solo un sottile spessore di legname. Il legno assume un aspetto sfogliato in cui sono presenti gli escrementi degli insetti.

Come eliminare le termiti: accorgimenti utili

L’umidità attira le termiti, ecco quindi qualche utile consiglio e accorgimento per evitare di ospitarle in casa tua, che potrete trovare anche qui: https://www.glispecialistidelladisinfestazione.com/

  • Evitare i ristagni d’acqua: controlla i tubi e gli scarichi eliminando eventuali perdite, spazza via le pozzanghere davanti all’uscio di casa, tieni pulite le grondaie dai detriti che potrebbero ostruirle.
  • Chiudere le fessure: usa il silicone per sigillare porte e finestre, ripara le crepe dei muri, dalle quali le termiti potrebbero accedere all’interno della casa.
  • Spalma una vernice repellente, a base di permetrina, su mobili e parquet.
  • Conserva la legna da ardere fuori casa, lontano dalle aperture.

Per verificare se effettivamente questi insetti si sono installati in casa tua, utilizza un sistema molto semplice: poggia sul pavimento alcune cartine bagnate, poiché le termiti sono ghiotte di cellulosa, queste fungeranno da esca, attirandole e rendendo più facile individuare i posti dove hanno fatto il nido.

Segnali della presenza di termiti

Le termiti sono praticamente invisibili. Buchi nei mobili, parquet incurvati, cavità nelle fondamenta, sono segnali della loro presenza. I loro escrementi sono microscopiche palline di colore marrone, se le vedi in giro vuol dire che c’è un nido nei paraggi.

Indicano la presenza di termiti in casa anche:

  • Ampi spazi di legno vuoto
  • Polvere fine lasciata in giro in seguito al lavoro portato avanti per divorare il legno e forarlo
  • Difficoltà nel chiudere infissi in legno

Metodi per eliminare le termiti

Per debellare le termiti, nei negozi di giardinaggio e bricolage, ma anche in alcuni supermercati, è possibile reperire prodotti specifici. Funzionano da trappola, consentono di individuare la presenza degli insetti e, quindi, di eliminarli con l’uso di un insetticida a base di clordano.

Un metodo “ecologico” è utilizzare i vermi nematodi, parassiti che predano gli insetti da giardino e, quindi, anche le termiti: insediandosi nel loro organismo per depositare le uova, questi vermetti ne causano l’eliminazione entro un paio di giorni.

Sono facilmente reperibili nei negozi di giardinaggio, ma il problema è che non sopravvivono a temperature superiori ai 15° e muoiono alla luce del sole: pertanto non è così facile farsi aiutare da loro.

Un rimedio naturale semplice ed efficace, che potrai preparare in casa, è l’esca di acido borico. In un recipiente di legno o plastica versa una parte di acido borico e due di latte condensato, mescola fino ad ottenere un composto di consistenza semi solida, quindi crea delle palline di circa 1 cm di diametro da posizionare nelle zone della casa dove pensi si siano annidiate.

Le termiti saranno attratte dall’odore del latte condensato e mangeranno le esche, ingerendo anche l’acido borico, che sarà loro fatale. Se temi che un oggetto sia preda delle termiti, esponilo al sole per due o tre giorni: le termiti vivono al buio e la luce e il calore sono letali per loro.

La disinfestazione

Se i rimedi “casalinghi” non hanno avuto esito favorevole oppure l’infestazione è così ampia da richiedere un intervento più massiccio, rivolgiti ad un’impresa specializzata che procederà alla disinfestazione delle termiti con sistemi e strumenti professionali.

Alla fine del trattamento, ricordati di farti rilasciare una garanzia scritta con cui la ditta certifichi l’avvenuta e completa disinfestazione. Di norma, la garanzia è valida per due anni, durante i quali la ditta tornerà periodicamente in casa tua per accertarsi che non vi sia una nuova infestazione: in caso contrario, sarà tenuta ad intervenire nuovamente per eliminarla, senza costi aggiuntivi.