Come regolare una porta finestra in PVC

Come regolare una porta finestra in PVC

Può accadere che una porta finestra di casa non si chiude bene, perché la parte inferiore o quella superiore, non essendo bene allineate, urtano regolarmente contro il telaio. In questo caso non si deve assolutamente forzare cercando di aprire o chiudere la porta ma è necessario procedere con l’allineamento regolando le cerniere. Vediamo come fare, in base alle informazioni messe a disposizione dal fabbro a Torino consultabile su questo sito.

Come regolare una porta finestra in PVC

La regolazione delle ante di una porta finestra che non chiude correttamente è molto semplice e richiede pochi strumenti. Anche per quanto riguarda la pratica o l’esperienza, queste non sono necessarie: la regolazione è infatti una procedura molto semplice che non richiede particolari competenze.

L’unico strumento necessario per questo tipo di lavoro è una classica chiave a brugola molto comune anche nelle cassette di attrezzi più essenziali. Generalmente, per la maggior parte delle porte finestre in PVC la misura utile di tale chiave è la 4: possono tuttavia esserci modelli di porta finestra che richiedono chiavi di diverse dimensioni.

Per prima cosa va evidenziato che i motivi per cui una porta finestra perde il proprio asse non sempre dipendono da una cattiva installazione o da un difetto della porta stessa: in molti casi, infatti, è semplicemente il risultato di un utilizzo continuo o di poca attenzione nella continua apertura o chiusura. Pertanto, per porre rimedio al problema non dovrai fare altro che prendere la chiave e intervenire sulle cerniere.

La regolazione delle cerniere

Le cerniere sono dei perni metallici che si trovano lateralmente al serramento, dal lato opposto a quello dell’apertura. Se non hai mai effettuato un intervento sule cerniere prenditi qualche minuto per ispezionarle e comprenderne il funzionamento. Noterai che è presente un foro, all’interno del quale dovrai inserire la chiave a brugola. Nel caso in cui la tua chiave risulti troppo piccola o troppo larga per entrare nel foro dovrai provvedere a procurarti un’altra chiave.

Una volta inserita la chiave giusta non dovrai fare altro che ruotarla in senso orario accompagnando l’anta con la mano in modo da riportarla al giusto allineamento.

Successivamente, dopo aver completato questa operazione, può essere utile effettuare una serie di aperture e chiusure in modo tale da assicurarti da aver riportato la porta finestra nel giusto asse o se è necessario effettuare qualche aggiustamento in più. Ricorda inoltre che per poter contare su una più lunga durata della regolazione è fondamentale aprire e chiudere il serramento sempre con delicatezza, evitando di sbatterlo con violenza.

Registrare portafinestra in PVC: altri consigli

La possibilità di andare a operare sulle cerniere per aggiustare un’anta che non chiude alla perfezione non è peculiare delle porte finestre in PVC ma di tutti o sistemi di apertura e chiusura caratterizzati da anta a battente.

Per quanto riguarda le finestre, quelle in PVC risentono maggiormente di questo problema perché essendo relativamente leggere vengono spesso aperte e chiuse con un eccesso di forza andando a destabilizzare il sistema delle cerniere. In linea di massima quindi, per quanto questo problema sia relativamente comune si può prevenire, avendo cura di usare la massima delicatezza quando si aprono o si chiudono.

La regolazione delle porte finestre in PVC è molto semplice da effettuare e non richiede competenze specifiche. Tuttavia, se dopo aver effettuato la registrazione delle cerniere il problema continua a presentarsi, può essere necessario rivolgersi a un tecnico che potrà valutare la possibilità di sostituire la cerniera che potrebbe essere difettosa o logorata. Questo tipo di intervento, più complesso, richiede maggiori competenze e attrezzi specifici per cui non è consigliabile svolgerlo da soli a meno di non avere esperienza in questo tipo di lavoro.