Compiere 18 anni, idee e suggerimenti per festeggiare al meglio

Compiere 18 anni, idee e suggerimenti per festeggiare al meglio

Cosa significa compiere 18 anni

Compiere 18 anni al giorno d’oggi è considerata una tra le tappe più importanti della vita, poiché si raggiunge il traguardo della maggiore età. Diventare maggiorenni significa poter firmare da soli le giustificazioni quando si salta la scuola, poter prendere la patente, farsi un tatuaggio senza aver l’autorizzazione, e quindi, in parole povere raggiungere la tanto agognata libertà di poter scegliere e fare come si vuole senza dover rendere conto ai propri genitori. Compiere 18 anni però non porta solo a questa illusoria libertà perché ci conduce anche a imparare che essere maggiorenni comporta anche una serie di responsabilità che prima non c’erano. Nonostante ciò, i 18 anni rimangono un traguardo importante che tutti i neo maggiorenni vogliono rendere indelebile nella propria memoria. Ma come si fa a scolpirlo nella memoria?

Festeggiare il diciottesimo compleanno, come e dove fare festa

La risposta più gettonata è indubbiamente organizzare una mega festa con gli amici o con i parenti. Ci sono infinite possibilità e modi per festeggiare che rispecchiano i gusti personali di ogni neo diciottenne. Per esempio, ad alcuni potrebbe piacere una bella serata in discoteca, ad altri un bel pomeriggio a bordo piscina, ad altri ancora un aperitivo in una bella location suggestiva, oppure una tranquilla cena in qualche ristorante gourmet. Per altri, magari la combinazione di più proposte è la soluzione ideale per festeggiare il proprio diciottesimo compleanno. Cercando sul sito internet di Imperium Milano, nella sezione diottesimo Milano, escono anche altre opzioni per organizzare la festa dei 18 anni, come ad esempio noleggiare una limousine.

Cosa accomuna tutte le feste di compleanno, ma le diversifica dalle altre feste?

La cosa che accomuna tutte le varie proposte per la festa di compleanno e contemporaneamente le diversifica dalle altre feste, è la torta!

La torta, non può, infatti, mancare in nessuna delle varie opzioni proposte, altrimenti che festa di compleanno sarebbe? Che sia di pasticceria o casalinga, semplice o elaborata, a più piani, ricca di frutta oppure di panna o cioccolato, la torta è la regina dei compleanni. Senza torta le feste di compleanno sarebbero delle feste qualsiasi. Nonostante ciò pochi sanno da dove deriva questa golosa tradizione. Ebbene, per non lasciarvi sulle spine, ve lo raccontiamo noi. L’invenzione della torta per festeggiare il compleanno, con la sua tipica forma rotonda, come riportato anche sul sito del Messaggero, è stata introdotta dai greci, che a loro volta si ispirano all’usanza dell’antico Egitto di rendere omaggio al faraone per il suo compleanno con il cibo più prelibato, come, ad esempio, pane e miele. La torta in Grecia, a base di farina e miele, veniva decorata con delle candele che venivano spente dal festeggiato per cacciare via gli spiriti del male.

Oltre in Grecia anche in Germania ritroviamo tra le tradizioni la torta di compleanno come la conosciamo ai giorni nostri. Anche se poco diffusa tra i tedeschi cristiani, in Germania si usava preparare una torta che poi rimaneva con le candele accese per tutto il giorno del compleanno, allo scopo di cacciare via gli spiriti maligni. Tranquilli che poi finita la giornata, non veniva buttata, ma dopo aver spento le candele, si tagliava a fette e veniva mangiata. Ovviamente la torta di compleanno era un lusso ed è solo nell’800 che diventa alla portata di tutti. Inizialmente la preparazione dei dolci, infatti, era molto costosa e quindi dedicata solo ai nobili o comunque alle persone ricche, il popolo non poteva permetterselo e conseguentemente festeggiava solo l’onomastico. A rigor di cronaca va anche detto che non sempre veniva tenuta traccia dei compleanni, quindi non sapendo il giorno in cui si è nati era impossibile festeggiare il compleanno.

Come precedentemente detto è nell’ottocento che le torte iniziano a diffondersi anche negli strati meno abbienti della popolazione. Ciò avviene grazie alla produzione di massa iniziata nell’epoca industriale e grazie al diffondersi delle pasticcerie in cui andare a comprare i dolci per le varie ricorrenze tra cui i compleanni.

Le torte decorate o glassate, come le conosciamo ai giorni nostri, trovano l’inizio della loro produzione nel settecento.

Adesso che conoscete la storia delle origini della torta di compleanno, non potete non farne tesoro e mettervi a organizzare la vostra festa di compleanno, a maggior ragione se festeggiate i 18 anni.

Oltre alla torta c’è di più…

Vi abbiamo parlato della torta di compleanno per raccontarvi una curiosità storica. Ma per una festa dei 18 anni coi fiocchi, non basta solo quella. Oltre alle già citate location, come piscine, discoteche, ristoranti, locali gourmet per rendere unica la vostra festa per la maggiore età non dovete dimenticarvi l’abito adatto. Che sia di alta sartoria, di boutique o acquistato in qualche piccolo negozietto, l’importante è che rispecchi totalmente la vostra personalità e vi faccia sentire belli e soprattutto felici. E se per sentirvi soddisfatti al 100% l’abito non basta, una piccola chicca potrebbe essere quella di noleggiare per la serata una bella macchina, magari una limousine come quelle dei film americani che vi faccia sentire le principesse o gli Elvis della festa.