Condizionatori, 5 consigli per stare al fresco senza spendere troppo

Ogni anno combattere l’afa estiva è una lotta, ma per fortuna c’è il condizionatore, che ci aiuta a stare freschi in casa e a sopportare il caldo torrido tipico di questa stagione. Il rischio, però, è di veder lievitare i costi delle bollette in modo vertiginoso. Il condizionatore, infatti, è un apparecchio che può diventare molto costoso se non viene utilizzato nel modo per corretto. Per questo abbiamo pensato di raccogliere in questo articolo alcuni consigli per aiutarti ad eliminare gli sprechi di energia e a ridurre il consumo elettrico. In questo modo potrai limitare le spese domestiche mantenendo comunque l’abitazione al fresco.
D’estate, poi, in vista delle vacanze, risparmiare è ancora più importante! Prima di parlare del corretto uso del climatizzatore bisogna fare una considerazione, la più importante di tutte: sei sicuro che la tua tariffa di energia elettrica attuale sia davvero la più conveniente?

Il primo passo per evitare bollette salate, soprattutto nei mesi estivi, è trovare un’offerta vantaggiosa che permetta di spendere il meno possibile. Grazie al mercato libero, i fornitori offrono tariffe sempre più competitive, con numerosi vantaggi come il prezzo bloccato per 12 o più mesi, gestione smart delle bollette, sconti extra e molto altro, soprattutto ai nuovi clienti.

Per trovare la soluzione migliore puoi usare un comparatore di tariffe. Su ameconviene.it nella sezione Energia puoi confrontare le offerte di luce e gas gratuitamente e iniziare a risparmiare scegliendo una soluzione conveniente per le tue esigenze. Selezioni il servizio che ti interessa tra offerte luce e gas, internet casa e telefonia mobile, e in pochi minuti puoi trovare la tariffa ideale per le tue esigenze.

Ma torniamo a noi e vediamo subito 5 consigli per utilizzare il condizionatore in modo efficiente e risparmiare sulle utenze.

1. Opta per l’efficienza energetica

Scegli un condizionatore ad alta efficienza energetica, di classe A++ / A+++. I climatizzatori di ultima generazione possiedono una tecnologia studiata appositamente per garantire la miglior efficienza possibile e rappresentano quindi il primo passo per risparmiare sulle bollette dei prossimi mesi. Se hai un vecchio condizionatore forse questo è il momento giusto per sostituirlo con un modello più tecnologico: il tuo portafogli ne gioverà (e anche l’ambiente)!

2. Chiudi bene porte e finestre

Può sembrare una banalità, ma non lo è. Fai sempre attenzione a chiudere le finestre per eliminare la dispersione di energia: se entra aria calda dall’esterno il condizionatore lavorerà sempre al massimo e aumenteresti significativamente i consumi elettrici con uno spreco di energia nell’ordine del 35%. Evita anche, se possibile, di utilizzare un singolo condizionatore per tutta la casa ma istallane uno in ogni stanza e mantieni le porte chiuse. Se ne usi uno per tutta l’abitazione e tieni le porte aperte, consumerai molta più energia e le tue bollette ne risentiranno.

3. Occhio alle temperature!

Il fattore temperatura è fondamentale per risparmiare sulle bollette. Stai attento a non impostare il condizionatore su temperature eccessivamente basse. Cerca di mantenere come minimo circa 26 gradi, o comunque uno scarto massimo di 4-5 gradi tra la temperatura esterna e quella interna. Da un lato questo ti aiuterà a diminuire drasticamente i consumi di energia elettrica, dall’altro favorirà il benessere personale evitando sbalzi troppo forti tra caldo e freddo.

4. Elimina l’umidità

In una giornata calda l’istinto ti porta ad attivare l’aria condizionata appena entri in casa. Niente di più sbagliato: arieggia l’abitazione e accendi il condizionatore solo in un secondo momento, in modo da rimuovere l’umidità accumulata all’interno delle stanze (il condizionatore consuma di più se l’ambiente è troppo umido).
Inoltre, l’umidità è uno dei principali fattori che rendono il caldo insopportabile. Sfruttate la funzione “deumidificatore” per eliminare l’umidità in eccesso e abbattere drasticamente i costi energetici durante l’estate.

5. Pulizia, pulizia, pulizia

Ultimo, ma non per importanza, il fattore pulizia. La manutenzione del climatizzatore è importantissima e ne determina in gran parte l’efficienza. Ogni estate, prima di attivare l’aria condizionata, esegui la pulizia dei filtri e ogni 2/3 anni chiama un tecnico specializzato che possa accertare il corretto funzionamento del dispositivo.

Giulio Frigerio

Torna in alto