Guida fai da te su come sostituire le guarnizioni del box doccia

Guida fai da te su come sostituire le guarnizioni del box doccia

La sostituzione delle guarnizioni del box doccia è un intervento di manutenzione periodica da eseguire per evitare che si formino delle pozze d’acqua sul pavimento della stanza da bagno. Inoltre essendo questi sigilli in gomma tendono anche a scolorirsi, e quindi la sostituzione in questo caso è necessaria per salvaguardare l’estetica e il design del contesto.

In riferimento a quanto sin qui premesso, ecco una guida fai da te su come portare a buon fine la sostituzione delle guarnizioni del box doccia, scritta con l’aiuto di esperti del mestire, tra cui idraulico-roma.me, idraulico a Roma h24.

Acquistare le guarnizioni di ricambio per il box doccia

La maggior parte delle porte dei box doccia montano di serie due diversi tipi di guarnizioni di cui una chiamata in gergo a labbro o paraurti e un’altra a goccia. La prima è installata sui bordi verticali del box, e serve come ammortizzatore tra i pannelli di vetro di cui la struttura si compone e le piastrelle.

La seconda invece è installata lungo il bordo inferiore della porta e serve a dirigere l’acqua che scorre lungo la stessa sul pavimento della doccia e nel contempo funge anche da sigillo tra le parti. Detto ciò, a seconda del danno riportato da una delle due guarnizioni si può provvedere all’acquisto di quella da sostituire disponibile sia nei negozi terrestri che sugli store online.

A margine prima di iniziare il lavoro è opportuno mettere da parte alcuni materiali e attrezzi di uso comune che possono ritornare utili per ottimizzare il risultato come ad esempio un cutter del silicone e, ovviamente, delle nuove guarnizioni per il box doccia nel caso non ne abbiate.

Rimuovere la vecchia guarnizione della porta box doccia

La maggior parte delle docce con porte e pareti in vetro sono costruite su misura per adattarsi al tipo di struttura murale di cui si dispone, quindi le guarnizioni sono reperibili di diverse lunghezze e possono essere tagliate per adattarsi a qualsiasi tipologia di doccia.

Premesso ciò, se disponete di un box doccia standard di un determinato brand costruttore, in tal caso potreste optare per un kit di guarnizioni di ricambio completo che sarà già tagliato su misura.

Detto ciò, in primo luogo rimuovete la vecchia guarnizione dalla porta del box doccia che in genere se particolarmente usurata risulta abbastanza facile da asportare a meno che non sia stato utilizzato del collante o elementi di fissaggio. Una volta rimossa l’intera guarnizione, conviene utilizzare un panno umido e insaponato per pulire i bordi del vetro dove si trovava il precedente sigillo e nel contempo rimuovere eventuali depositi di minerali e muffa dal vetro.

Fissare la nuova guarnizione della porta box doccia

Una volta che la calettatura in cui deve alloggiare la guarnizione della porta del box doccia è perfettamente pulita, basta tagliare una striscia della nuova guarnizione su misura per ogni lato lasciando tuttavia qualche centimetro in più per eventuali curve. Fatto ciò, è possibile installarla sulla porta premendo un’estremità della guarnizione sull’angolo e quindi spingendola in posizione della suddetta calettatura, procedendo poi man mano verso l’estremità opposta.

La guarnizione tuttavia dovrebbe aderire strettamente e richiedere un certo sforzo per posizionarsi correttamente. Una volta che anche questo lavoro è stato portato a buon fine, non resta che tagliare la gomma in eccesso utilizzando un cutter. L’operazione sin qui descritta se ben eseguita, si rivela utile per sostituire anche le altre tipologie di guarnizioni di cui i vari modelli di box doccia disponibili oggi in commercio sono dotate.

A margine il consiglio finale per garantire longevità alle nuove guarnizioni è di asciugarle dopo l’uso della doccia e periodicamente cospargerle di talco. Questa accortezza serve ad evitare che si irrigidiscano e che generino conseguenti crepe o rotture.