La storia di tanti: scegliere un ricambio non originale, per poi pentirsi

Di storie dell’orrore nel mondo dell’auto si potrebbero riempire intere librerie. Anche se il mercato dei ricambi auto originali continua a guadagnare posizioni, anche per quei veicoli e quei brand dal basso valore aggiunto, sono purtroppo ancora molti a rivolgersi a componenti non originali, e dunque poco sicure, poco affidabili e spesso addirittura pericolose.

Nella breve guida di oggi andremo ad analizzare quelli che sono i problemi più comuni quando si sceglie di riparare la propria auto al di fuori del circuito ufficiale. Per un risparmio che, è il caso di sottolinearlo già in apertura, non è poi mai conveniente sul medio e lungo periodo.

Truffe: ce ne sono tante ed è quasi impossibile evitarle

Il primo capitolo che dobbiamo affrontare è sicuramente quello delle truffe. Chi si rivolge a circuiti non ufficiali per la riparazione della propria auto corre seriamente il rischio di vedersi offrire, pur sotto mentite spoglie, o pezzi usati non regolarmente comunicati, o falsi veri e propri, che non possono garantire niente a livello di sicurezza e affidabilità.

I casi sui principali giornali italiani sono tanti e riportano sia di truffe nate sul web, sia di truffe che invece sono fisiche, in carne ed ossa, magari perpetrate da meccanici che conosciamo e dei quali siamo portati a fidarci.

Anche se dovessimo essere degli esperti, anche se dovessimo conoscere a menadito ogni componente della nostra auto, non sarebbe quasi mai possibile individuare queste truffe, se non ex-post.

Longevità del ricambio: chi sceglie non originale paga molto di più

Anche se il costo di taluni ricambi non originali può essere nominalmente più basso, purtroppo tendiamo a non valutare la questione sul medio e lungo periodo, ovvero lungo tutta la durata della vita del nostro ricambio e della nostra auto.

Chi sceglie un ricambio originale pagherà forse meno subito, anche per l’installazione, per poi trovarsi però con un prodotto sub-ottimale, che non potrà che smettere prima di funzionare.

Questo poi spesso – con le auto che sono sempre più tecnologiche e soprattutto sempre più difficili da riparare per chi è fuori dal circuito originale – in un impatto molto importante sull’efficienza del veicolo.

Efficienza che si traduce anche in consumi e in stress meccanico sulle altre componenti. Con il risultato di avere, purtroppo, ripercussioni importanti anche sul resto dell’auto (e dunque sul nostro portafoglio).

Sicurezza: perché mettersi alla guida di un’auto meno sicura?

Un’auto con un ricambio non originale è un’auto meno sicura. C’è poco da discutere anche sotto questo aspetto e siamo sicuri che nessuno, messo davanti a questa eventualità, sceglierebbe mai il risparmio di breve termine a scapito della sicurezza.

Questo è quanto avviene però alle migliaia di italiani che ogni giorno decidono di riparare la propria auto rivolgendosi a circuiti non ufficiali, apparentemente meno costosi, ma che finiscono per farci pagare un prezzo altissimo in termini di sicurezza, di costi successivi e di longevità del nostro veicolo.

Oggi poi, con le innumerevoli offerte delle quali possiamo approfittare semplicemente rivolgendoci ai marchi migliori dell’auto, fare una scelta di questo tipo ha ancora meno senso.

Bruno Moretti

Torna in alto