Le infezioni del tratto urinario e il D-Mannosio

Le infezioni del tratto urinario e il D-Mannosio

Un’infezione del tratto urinario (UTI) è un’infezione che può riguardare i reni, gli ureteri, la vescica e l’uretra. Tuttavia la maggior parte delle infezioni coinvolge il tratto urinario inferiore: la vescica e l’uretra.

Le donne sono più a rischio di sviluppare una UTI rispetto agli uomini. Un’infezione limitata alla vescica può essere dolorosa e fastidiosa. Generalmente le complicanze nascono quando l’infezione risale ai reni.

Uno dei più corposi e importanti studi sulle infezioni del tratto urinario è stato svolto dalla dott.ssa Ana L. Flores-Mireles nel quale si indagano i sintomi, il meccanismo di infezione e le opzioni di trattamento.

I sintomi

Le infezioni del tratto urinario presentano questi sintomi:

  • un forte e persistente bisogno di urinare;
  • una sensazione di bruciore durante la minzione;
  • minzione limitata a piccole quantità;
  • urina torbida;
  • urina rossa, indica la presenza di sangue nelle urine;
  • urina maleodorante;
  • dolore pelvico, nelle donne – specialmente al centro del bacino e intorno alla zona dell’osso pubico;

Quando le infezioni si diffondono e coinvolgono i reni possono manifestarsi questi sintomi:

  • dolore alla schiena o laterale (fianco);
  • febbre alta;
  • tremore e brividi;
  • nausea;
  • vomito;
  • sensazione di pressione pelvica;
  • disturbo al basso ventre.

Circa l’80-90% delle UTI sono causate dall’escherichia coli (noto anche come batterio e. coli). Tuttavia, le UTI possono essere causate anche da altri batteri o funghi.

Come trattare le infezioni del tratto urinario

Le infezioni del tratto urinario devono essere trattate da un medico che prescrive l’urinocoltura. Questo esame serve per risalire all’origine dell’infezione, quale sia la causa dell’infezione: se batterica o fungina. A seconda del risultato delle analisi il medico curante prescrive una cura che può prevedere l’assunzione di un antibiotico specifico. Tuttavia la letteratura scientifica ha dimostrato che le infezioni del tratto urinario possono essere trattate anche con il D-Mannosio. Puoi leggere questo approfondimento sulla cura della cistite con il D-Mannosio.

Il D-Mannosio e le infezioni urinarie

Il D-mannosio è un carboidrato. È uno zucchero semplice che è strutturalmente simile al glucosio. Il D-mannosio si trova in alimenti come:

  • mirtilli (e succo di mirtillo);
  • arance;
  • mele;
  • pesche;
  • manghi;
  • legumi.

È possibile trovare il D-mannosio anche negli integratori alimentari specificatamente studiati.

Il D-mannosio aiuta a trattare le infezioni del tratto urinario?

Lo studio del dott. Bojana Kranjčec del 2014 ha preso in esame un campione di donne che manifestavano infezioni del tratto urinario ricorrenti. Un’infezione è definita ricorrente se si manifesta più di due volte nell’arco dello stesso anno.

A tutte le pazienti è stato somministrato un primo ciclo di antibiotici nei primi sei mesi, dopo di che si è proceduto con questo schema:

  • un terzo delle donne ha preso 2 grammi di polvere di d-mannosio al giorno;
  • un terzo ha preso un antibiotico quotidiano (nitrofurantoina);
  • l’ultimo terzo non ha ricevuto alcun trattamento.

Alla fine dell’anno è emerso che il gruppo di pazienti a cui è stato somministrato il D-mannosio ha avuto la stessa riduzione del rischio di UTI del gruppo del trattamento antibiotico.

Lo studio del dott. Bojana Kranjčec è importante perché ha riguardato un elevato numero di pazienti e ha dimostrato che il D-Mannosio può essere utilizzato per il trattamento delle infezioni del tratto urinario.

Nel 2016 è stato svolto un altro studio su un campione ridotto di 43 donne con infezioni alla vescica. Le pazienti hanno assunto D-Mannosio 2 volte al giorno per tre giorni e successivamente una volta al giorno per 10 giorni.

Al termine del trattamento, sono stati valutati i sintomi e eseguiti gli esami di urinocoltura. Oltre il 70% delle pazienti non aveva più sintomi e gli esami negativi. I dettagli di questo studio li puoi trovare qui.

D-Mannosio: la conferma più recente

La ricerca scientifica più recente è stata pubblicata nel 2020 nella quale è stato dimostrato come il D-Mannosio, prodotto naturale, possa aiutare a prevenire le infezioni ricorrenti del tratto urinario. Non solo ma in questo studio sembra che il D-Mannosio sia efficacie quanto gli antibiotici senza andare incontro a tutti gli effetti collaterali di questi ultimi.

Modalità di assunzione del D-mannosio per il trattamento delle UTI

Sebbene dalla comunità scientifica non sia emersa una risposta univoca, gli studi fin ora svolti evidenziano che il D-Mannosio debba essere assunto nel caso di infezioni urinarie ricorrenti:

  • 2 grammi al giorno per sei mesi o in alternativa;
  • 1,5 grammi due volte al giorno per 16 settimane.

In caso di prima infezione

500 milligrammi due volte al giorno per sette giorni.