L’importanza di una perfetta manicure

L’importanza di una perfetta manicure

La ricrescita dopo la ricostruzione delle unghie è inevitabile, soprattutto quando si lascia passare quattro settimane forse di più. Naturalmente, le donne lo etichettano fastidioso inestetismo che riguarda le mani, e che vorrebbero coprire al meglio. La ricostruzione delle unghie è perfetta, sia in estate che in inverno soprattutto perché il gel dura tantissimo e in questo modo è possibile avere le mani sempre curate e sempre in ordine. Tuttavia, dopo la seconda e la terza settimana è possibile vedere un po’ di crescita dell’unghia naturale, che crea un distacco molto lieve dall’unghia ricostruita e quindi dal gel.

Come ottenere mani sempre curate

In primo luogo, è giusto sapere che per avere delle mani sempre impeccabili si devono tenere a bada tutte le cuticola, perché risultano essere degli inestetismi davvero fastidiosi, ed infatti crescono a dismisura in pochissime settimane. Per farlo bisogna avere a portata di mano sempre un balsamo unghie e un bastoncino di legno, il tutto abbastanza semplice, basta avere semplicemente un po’ di pazienza e di voglia. In questo modo sarà possibile spingere via tutte le pellicine ed idratare allo stesso tempo, ovviamente, dopo aver spinto col bastoncino bisogna poi eliminare la pelle in eccesso. Per quanto riguarda l’olio da utilizzare, è possibile scegliere un mix di oli che siano all’albicocca, alla mandorla, alla vitamina e, all’uva o al cotone o alla soia, o all’Argan. Ovviamente, è sempre bene utilizzare dei prodotti oleosi, che non vada non intaccare il gel o a rovinare la manicure. Dunque, i prodotti acquosi sono totalmente aboliti, che siano smalti semipermanenti o acrilici. Nel caso in cui le unghie siano troppo lunghe, dopo le tre settimane dall’applicazione del gel, e sempre bene accorciarle un po’. In questi casi non bisogna preoccuparsi, perché alla successiva manicure, sarà possibile aggiustare il tutto come meglio si desidera. Il modo migliore però di non rovinare le unghie ricostruite e quello di utilizzare un kit per la ricostruzione professionale, una lima di cartone, e limare delicatamente l’unghia non si raggiunge la forma e la lunghezza desiderata. Questo vale soprattutto per tutte le ragazze che non sono molto brave in queste cose!

Smalto semipermanente

Nel caso in cui le unghie siano di media lunghezza, ma non è stato applicato il gel se no non semi permanente, allora questo risulta essere quasi un caso di emergenza. Infatti, per coprire lo stacco tra l’unghia naturale e quella ricostruita è sempre bene utilizzare uno smalto di colore scuro, da applicare ogni 3 o 4 giorni per evitare che si crei un distacco anche nel colore. Nel caso in cui sulle unghie ci sia un avere propria ricostruzione, allora bisogna attuare quello che in gergo viene chiamato refil. Questa è una tecnica all’avanguardia che riesce a simulare anche la ricrescita più lunga. In questi casi servono naturalmente tutti gli strumenti del mestiere, quindi un kit di marche buone con limette e spingi cuticola, le quali devono essere usati nel modo migliore. E dunque, per attuare il Refil è necessario avere con sé anche una lampada UV idonea per la ricostruzione delle unghie. Bisogna quindi limare l’unghia con un’anima di media grandezza, spingere via le cuticola ed eliminare la pelle in eccesso, sgrassare l’unghia in modo adeguato e successivamente applicare il gel dopo aver messo il Primer. Il tutto deve essere poi fissato con la lampada UV.