Non riesci a dormire bene? Ecco 8 rimedi naturali contro l’insonnia

I rimedi naturali rivestono un ruolo di primo piano nel trattamento dell’insonnia e dei disturbi del sonno. L’insonnia è un disturbo soggettivo che riguarda principalmente la difficoltà nell’iniziare o nel mantenere il sonno e può avere delle conseguenze non indifferenti. Oltre ai classici problemi di irritabilità e scarsa concentrazione infatti, l’insonnia può far emergere episodi di ipertensione e di depressione. Per questi motivi è bene non sottovalutare questo tipo di disturbo e adottare tutte le contromisure del caso come possono esserlo appunto i rimedi naturali. Vediamo quali sono gli estratti naturali più efficaci per favorire l’addormentamento.

Insonnia, rimedi naturali efficaci: valeriana, camomilla, melissa, passiflora, luppolo, biancospino, lavanda, tiglio.

La Valeriana è considerata il rimedio naturale per eccellenza contro lo stress e l’insonnia. Si tratta di una pianta dalle spiccate proprietà sedative, ansiolitiche e calmanti, riconducibili ai valepotriati in essa contenuti. Può essere assunta in forma di tisana, infuso, compresse o estratto acquoso. Se ne sconsiglia l’assunzione ai bambini di età inferiore a 14 anni.

La Camomilla è una pianta erbacea dalle proprietà blandamente sedative, antinfiammatorie e antispastiche nei confronti della muscolatura liscia gastrointestinale. I capolini essiccati della pianta di camomilla sono ampiamente utilizzati per la preparazione di infusi e tisane rilassanti da sorseggiare prima di andare a dormire per favorire l’addormentamento.

La Melissa, o meglio le sue foglie, vieneusata spesso perla preparazione di tisane rilassanti essendo ricca di flavonoidi, tra cui quercetina e apigenina. Alla melissa vengono attribuite interessanti proprietà sedative, calmanti, carminative, antivirali, antiossidanti e antispastiche, utili nel trattamento degli stati di agitazione, dei disturbi del sonno e delle somatizzazioni viscerali dell’ansia. I suoi costituenti chimici sono: flavonoidi (quercetina, apigenina), derivati dell’acido caffeico e clorogenico, triterpeni, acido rosmarinico, olio essenziale, sostanza amare, polisaccaridi, mucillagini, glicosidi

La Passiflora èdisponibile in forma di tisana, infuso, gocce di tintura madre o macerato alcolico standardizzato. Si tratta di una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Passifloraceae, è ricca di flavonoidi dall’effetto sedativo sul sistema nervoso centrale. Le sue sommità fiorite rappresentano un valido rimedio naturale contro insonnia, ansia, stress e irrequietezza grazie alla loro azione calmante, rilassante e antispasmodica.

Il Luppolo aiuta a contrastare l’insonnia e ritrovare un sonno continuativo e ristoratore. La sua marcata azione sedativa è attribuibile all’alto contenuto di:

  • flavonoidi;
  • alfa-acidi amari, tra cui l’umulone;
  • beta-acidi amari, specialmente il lupulone.

Per la preparazione di tisane calmanti da sorseggiare prima di coricarsi per conciliare il sonno si usano le infiorescenze femminili.

Il Biancospino è unpiccolo arbusto spontaneo appartenente alla famiglia delle Rosaceae, noto per le sue spiccate proprietà sedative e ansiolitiche, riconducibili alle proantociandidine in esso contenute. Si tratta di un ottimo ansiolitico naturale e coadiuvante del sonno in caso di agitazione. I suoi costituenti chimici sono: flavonoidi, leucoantocianidine, acidi triterpenici pentaciclici, acidi fenolcarbossilici, steroli, amine ed aminopurine.

La Lavanda (Lavandula angustifolia), appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, è utile per alleviare lo stress, l’ansia e i disturbi del sonno che ne conseguono. I fiori essiccati della lavanda sono ampiamente utilizzati per la preparazione di tisane rilassanti. I costituenti chimici della lavanda sono l’olio essenziale (linalolo, acetato di linalile, cineolo, canfora); tannini; idrossicumarine, acido caffeico e derivati.

Il Tiglio, grazie alla sua azione rilassante e sedativa sul sistema nervoso centrale è molto usato in forma di infuso per alleviare i disturbi d’ansia, favorire il rilassamento, combattere l’insonnia e migliorare il sonno. Inoltre è utilizzato anche per alleviare i disturbi delle vie aeree di bambini e adulti grazie alle proprietà delle mucillagini presenti nei fiori in grado di conferire proprietà antinfiammatorie contro tosse e catarro.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi approfondire leggendo anche questo ulteriore articolo: Insonnia Rimedi

Giulio Frigerio

Torna in alto