Gadget personalizzati perché sono così importanti

Gadget personalizzati: perché sono così importanti

Negli ultimi anni tantissime aziende hanno man mano abbandonato l’idea di investire una parte dei propri fondi nei gadget personalizzati, oggetti che sono andati di moda per parecchi anni, ma che hanno perso nell’ultimo periodo, nell’immaginario di tanti imprenditori, il loro fascino e la loro efficacia.

Nulla di più sbagliato, in quanto ancora oggi sia a livello fisico che a livello psicologico i gadget personalizzati rappresentano degli strumenti preziosissimi per poter consolidare l’immagine e la reputazione di un dato brand e che risultano essere molto apprezzati dai consumatori.

Cerchiamo di capirne di seguito le motivazioni.

Il gadget personalizzato come simbolo di attenzione verso i propri clienti

Il gadget personalizzato non è altro che un regalo che viene fatto ai propri clienti, consolidati o potenziali, al fine di riuscire a farsi ricordare meglio e a far diventar loro il proprio brand il più familiare possibile. Si tratta praticamente di uno strumento di markerting strategico, col quale si vuole in un certo senso impressionare in modo positivo la persona alla quale il gadget viene consegnato, per scaturire emozioni positive e benefiche. In questo modo si cerca anche di distinguersi dai propri concorrenti, cosa molto difficile in un modo nel quale tutto è alla mercè di tutti.

La Promotional Products Association International (PPAI) afferma esplicitamente che quasi tutti i consumatori hanno piacere nel ricevere i prodotti promozionali delle varie aziende (anche quelli apparentemente inutili) e che la maggior parte di essi (parliamo del 94%) ricordano nel tempo quando hanno ricevuto un gadget e da chi lo hanno ricevuto.

Ecco perchè non bisogna assolutamente sottostimare il ROI (return of investment) che i gadget aziendali possono portare alla propria attività.

I vantaggi dei gadget personalizzati

Chi opta per la realizzazione dei gadget personalizzati, sicuramente pu esser certo di aver effettuato un’ottima scelta per la salute economica della propria azienda. L’investimento da dover sopportare quando si decide di farsi produrre dei gadget personalizzati è sempre piuttosto contenuto rispetto ad altri tipi di promozioni o pubblicità e pertanto anche il suo ritorno economico proporzionalmente risulta essere maggiore di tante altre attività.

Utilizzare i gadget promozionali è fra l’atro un’attività che mette spesso a diretto contatto chi li omaggia con chi li riceve (si pensi ad esempio alla distribuzione di gadget durante le fiere o all’interno della grande distribuzione) e questo riesce a far avvicinare molto più velocemente e con una predisposizione già positiva il potenziale acquirente al venditore/promotore. L’importanza dei gadget promozionali è dunque altissima e non richiede grosse risorse economiche, anche perchè si possono personalizzare tranquillamente anche oggetti dal prezzo molto basso, ma che possono a differenza assumere un immenso valore. Inoltre, esistono aziende disposte a fornire anche piccoli quantitativi di gadget personalizzati (https://www.burger-print.com/blog/2020/gadget-personalizzati-piccole-quantita) senza imporre quantitativi minimi di acquisto: in questo modo non si devono necessariamente riempire i propri magazzini e non ci si espone con grosse cifre.

Il potere dei gadget personalizzati creativi e originali

Ricevere un gadget in omaggio è sempre un piacere. Ancor di più lo è se questo risulta essere anche molto originale e artistico. Pensiamo ad esempio ad una tshirt personalizzata che riporta in modo simpatico e divertente il logo di una determinata azienda o un fumetto in cui esso è inserito: sicuramente questa maglietta non finirà nell’ultimo cassetto del nostro armadio ma ci prodigheremo con piacere ad indossarla alla prima occasione. In questo modo aumenteremo esponensialmente le impression di quel logo, ossia il numero di volte che il logo viene visto dalle persone, diventando noi stessi testimonial di un dato prodotto o servizio.

Se consideriamo, inoltre, che mentre uno spot promozionale televisivo dura solo pochi secondi mentre un gadget personalizzato può risultare essere in bella vista anche per giorni e mesi, da qui capiamo l’importanza che possono rappresentare i gadget personalizzati per chi li distribuisce.

Sempre secondo uno studio della PPAI svolto a seguito di un esperimento, è risultato che, sul campione globale di chi aveva ricevuto un gadget personalizzato ben il 76,1% fosse in grado di replicarne il logo aziendale, mentre solo il 53,3% del totale partecipanti che aveva visualizzato il logo su una rivista era in grado di farlo.

Come scegliere tra hosting condiviso e dedicato: tutte le differenze

La scelta tra hosting condiviso o hosting dedicato è una delle più ardue da compiere, ecco perché abbiamo scelto di spiegarti in questo articolo quali sono le differenze tra l’hosting condiviso e l’hosting dedicato.

Tutte le differenze tra hosting condiviso e dedicato.

Quando devi creare un sito web dovrai imparare a scegliere il tipo di hosting più idoneo al tuo progetto online. Ogni giorno nascono centinaia di siti web differenti ed ognuno di loro ha le sue esigenze, le sue caratteristiche e le sue peculiarità proprio per questo un progetto non può essere uguale all’altro ed ognuno di noi deve avere a propria disposizione i prodotti più idonei per lui. Prima perciò di procedere all’acquisto di un prodotto ti consigliamo di leggere fino in fondo questa nostra guida, così da poter conoscere tutte le differenze tra hosting condiviso e dedicato ed orientarti verso l’acquisto del prodotto più idoneo per te.

Che cos’è un servizio di hosting?

Partiamo dalle basi, un servizio di hosting è offerto dai provider che appunto mettono a disposizione dei loro clienti un determinato spazio su un server di loro proprietà dove poter andar a posizionare tutti i dati, i file, le immagini di un sito web. Potremmo quasi definirlo la casa del nostro sito, dove disporre tutto ciò di cui ha bisogno per essere attivo e funzionante. Ci sono servizi di hosting di ogni genere, infatti i vari provider, come ad esempio SupportHost, che troviamo online ci mettono a disposizione di una vasta gamma di prodotti tra cui scegliere. Ciò ci dà la possibilità di trovare sempre il prodotto giusto in base alle nostre esigenze. Se vuoi realizzare un prodotto professionale tieni ben a mente di non considerare gli hosting gratuiti che non risultano professionali, limitano la personalizzazione e soprattutto offrono poco spazio a disposizione dell’utente.

Hosting condiviso

L’hosting condiviso è uno spazio ospitato su un server dove sono presenti altri siti web. Questo spazio ha dei limiti, a seconda del pacchetto che acquistiamo. Abbiamo anche la possibilità di trovare un hosting condiviso con una piattaforma CMS già impostata come hosting WordPress, hosting Joomla e via dicendo. L’hosting condiviso è sicuramente il prodotto più utilizzato al mondo e che viene scelto per creare siti web professionali di ogni tipologia. In questo caso il server dove è poggiato il tuo hosting è completamente gestito dal provider, perché non sarai l’unico ad essere posizionato su quel server ma ci saranno altri siti web. Di fatti questa è la differenza esistenziale tra i due diversi servizi di hosting nel caso di hosting condiviso sul server dove si troverà il tuo sito web saranno presenti altri siti web, ovviamente però ognuno di loro è completamente indipendente dagli altri. Esistono diversi pacchetti di hosting condiviso ciò ti permette di acquistare più o meno spazio sul server in base alle tue esigenze. Non devi preoccuparti di quale tipo di pacchetto acquisterai, infatti se non sei certo di quale hosting condiviso sia il migliore nel tuo caso puoi acquistare un primo prodotto, se poi le tue necessità risultano essere maggiori o minori potrai cambiare piano hosting. Generalmente i provider ti permettono di passare da un piano all’altro senza problemi e in pochi passaggi, se passi ad un piano superiore dovrai pagare la differenza al contrario se passi ad un piano inferiore alcuni provider prevedono il rimborso dell’importo che equivale alla differenza tra i due piani. L’acquisto di un hosting condiviso è sicuramente una scelta perfetta per chi deve realizzare un sito web professionale per aziende che iniziano ad optare per i servizi online, per chi vuole creare un blog professionale, per chi vuole creare un sito web indicativo e per chi è un freelance ed ha bisogno di un portale che lo rappresenti.

Hosting dedicato

L’hosting dedicato o anche conosciuto come server dedicato prevede l’utilizzo di un intero server da parte tua. La gestione sarà perciò completamente tua e le sue risorse anche. Ciò vuol dire che ti dovrai occupare personalmente di gestire l’intera infrastruttura sempre, h24, ed ogni volta che si presenterà una problematica sarai tu ad occupartene. Ovviamente però se c’è un problema tecnico interno o un problema legato al servizio che ti viene offerto in quel caso sarà il provider, che rimane il proprietario del server, a doversene occupare. Come puoi immaginare per poter utilizzare un hosting dedicato devi essere esperto nel maneggiare ed utilizzare tali prodotti altrimenti ad ogni minimo problema potresti bloccarti e non proseguire con la creazione del tuo progetto online. L’acquisto di questo prodotto ha sicuramente un costo più esoso rispetto al precedente ma prevede anche l’utilizzo di molte più risorse dal momento che tutto il server sarà per te. Questo prodotto è sicuramente più indicato per chi ha grandi progetti, grandi marketplace, per chi suppone di avere un traffico mensile molto alto che con un hosting condiviso sarebbe difficile da gestire. È perciò un prodotto non adatto a tutti e che in alcuni casi rappresenterebbe solo una spesa esosa non necessaria.

Riepilogo delle differenze

Ecco un riepilogo delle differenze principali tra le due diverse modalità di servizio hosting:

  • Costi, nell’hosting condiviso i costi sono variabili a seconda del piano scelto ma più contenuti.
  • Assistenza, nell’hosting condiviso hai l’assistenza da parte del provider sempre disponibile.
  • Sicurezza, il provider ti garantisce una protezione totale nel caso di hosting condiviso perché sarà lui stesso ad occuparsene. Nel caso invece in cui tu scelga l’hosting dedicato dovrai pensarci da te.

Ora che conosci le principali differenze tra i due tipi di hosting dovrai valutare in base al progetto che intendi realizzare quale sia il migliore per te, quindi fai un’analisi completa del tuo progetto e poi acquista il prodotto di cui hai bisogno.

Quali sono le offerte adsl per la tua casa

Quali sono le offerte adsl per la tua casa?

Scegliere l’adsl e le offerte per disporre di internet nella propria casa può rivelarsi molto più semplice di quanto non sembri. In questa guida illustreremo come funziona un’adsl e in base a cosa scegliere la migliore offerta adatta a voi.

Adsl a casa: cos’è e come funziona

L’adsl è da sempre considerata come la scelta migliore se si desidera avere una connessione veloce nella propria abitazione. Il suo funzionamento è molto semplice, in quanto sfrutta lo stesso sistema della linea telefonica per portare la connessione all’interno della casa. Viene anche definita come tecnologia asimmetrica, in quanto la velocità con cui possono essere scaricati i file da internet è nettamente maggiore rispetto a quella per caricarli.
In commercio esistono numerose offerte per l’adsl, ma bisogna conoscere e tenere a mente diversi criteri per procedere a un buon acquisto.

Adsl: in base a cosa sceglierla

Per scegliere una buona adsl è necessario tenere a mente la velocità di navigazione, il proprio budget, le funzioni extra e il numero di persone che desiderano usufruire dell’offerta.

Per quanto riguarda la velocità di navigazione, è probabilmente il criterio più importante da prendere in considerazione, in quanto influenza l’intero funzionamento dell’adsl. Infatti, in commercio esistono offerte che permettono di navigare a diverse velocità, quali fino a sette mega, a venti mega e anche a trenta. Naturalmente, l’adsl continuerà a navigare anche al termine dei mega, a una velocità più bassa che viene sempre indicata nel contratto.

Alla velocità di navigazione è strettamente correlato anche il numero di persone che desiderano sfruttare la connessione internet. Infatti, se l’adsl deve essere installata in una casa in cui vive una famiglia, è meglio optare per il massimo della velocità e dei mega a disposizione. Se, invece, l’adsl è per una sola persona, non sarà necessario scegliere l’offerta con più mega e più velocità di connessione.

La maggior parte delle offerte e delle promozioni in commercio, consentono di disporre di funzionalità aggiuntive, quali un modem incluso nell’offerta, il servizio di attivazione della promozione gratuito e un tot di minuti. Nelle offerte con un prezzo più elevato, i minuti sono solitamente illimitati, e la velocità di connessione è maggiore rispetto alle offerte dal costo inferiore.

Infine, anche il budget è un criterio da tenere a mente: in commercio gli abbonamenti per l’adsl hanno prezzi differenti. Naturalmente, il costo di un’offerta varia in base alla velocità di connessione e ai mega inclusi nella promozione.

Adsl: scegliere l’abbonamento giusto

Per scegliere l’abbonamento più adatto alle vostre esigenze, può essere comodo utilizzare un portale all’interno del quale inserire tutte le vostre richieste. Uno dei migliori portai presenti su internet è sicuramente Zorro, e cliccando su questo link arriverete alla pagina principale, per trovare le migliori offerte per l’adsl di casa (https://www.zorro.it/offerte-adsl-casa).

Il funzionamento di Zorro è molto semplice e intuitivo, e potrete confrontare tantissime offerte per l’adsl, scegliendo tra quelle per la casa e quelle per l’ufficio, tra quelle che comprendono anche la linea fissa o tra quelle che includono i minuti.
Ad esempio, partendo dal prezzo minore (che generalmente, include il modem, l’attivazione, una velocità di 30/3 Mb/s e chiamate illimitate) potrete passare a promozioni dal costo maggiore, che comprendono più servizi quali il modem, l’attivazione, una velocità di connessione più elevata e chiamate illimitate. Per ciascuna offerta presente sul portale è presente anche una scheda che approfondisce le informazioni presenti, e un servizio di informazioni gratuite che risponderà a tutte le vostre domande o agli eventuali dubbi.

8 rimedi naturali contro l’insonnia

Non riesci a dormire bene? Ecco 8 rimedi naturali contro l’insonnia

I rimedi naturali rivestono un ruolo di primo piano nel trattamento dell’insonnia e dei disturbi del sonno. L’insonnia è un disturbo soggettivo che riguarda principalmente la difficoltà nell’iniziare o nel mantenere il sonno e può avere delle conseguenze non indifferenti. Oltre ai classici problemi di irritabilità e scarsa concentrazione infatti, l’insonnia può far emergere episodi di ipertensione e di depressione. Per questi motivi è bene non sottovalutare questo tipo di disturbo e adottare tutte le contromisure del caso come possono esserlo appunto i rimedi naturali. Vediamo quali sono gli estratti naturali più efficaci per favorire l’addormentamento.

Insonnia, rimedi naturali efficaci: valeriana, camomilla, melissa, passiflora, luppolo, biancospino, lavanda, tiglio.

La Valeriana è considerata il rimedio naturale per eccellenza contro lo stress e l’insonnia. Si tratta di una pianta dalle spiccate proprietà sedative, ansiolitiche e calmanti, riconducibili ai valepotriati in essa contenuti. Può essere assunta in forma di tisana, infuso, compresse o estratto acquoso. Se ne sconsiglia l’assunzione ai bambini di età inferiore a 14 anni.

La Camomilla è una pianta erbacea dalle proprietà blandamente sedative, antinfiammatorie e antispastiche nei confronti della muscolatura liscia gastrointestinale. I capolini essiccati della pianta di camomilla sono ampiamente utilizzati per la preparazione di infusi e tisane rilassanti da sorseggiare prima di andare a dormire per favorire l’addormentamento.

La Melissa, o meglio le sue foglie, vieneusata spesso perla preparazione di tisane rilassanti essendo ricca di flavonoidi, tra cui quercetina e apigenina. Alla melissa vengono attribuite interessanti proprietà sedative, calmanti, carminative, antivirali, antiossidanti e antispastiche, utili nel trattamento degli stati di agitazione, dei disturbi del sonno e delle somatizzazioni viscerali dell’ansia. I suoi costituenti chimici sono: flavonoidi (quercetina, apigenina), derivati dell’acido caffeico e clorogenico, triterpeni, acido rosmarinico, olio essenziale, sostanza amare, polisaccaridi, mucillagini, glicosidi

La Passiflora èdisponibile in forma di tisana, infuso, gocce di tintura madre o macerato alcolico standardizzato. Si tratta di una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Passifloraceae, è ricca di flavonoidi dall’effetto sedativo sul sistema nervoso centrale. Le sue sommità fiorite rappresentano un valido rimedio naturale contro insonnia, ansia, stress e irrequietezza grazie alla loro azione calmante, rilassante e antispasmodica.

Il Luppolo aiuta a contrastare l’insonnia e ritrovare un sonno continuativo e ristoratore. La sua marcata azione sedativa è attribuibile all’alto contenuto di:

  • flavonoidi;
  • alfa-acidi amari, tra cui l’umulone;
  • beta-acidi amari, specialmente il lupulone.

Per la preparazione di tisane calmanti da sorseggiare prima di coricarsi per conciliare il sonno si usano le infiorescenze femminili.

Il Biancospino è unpiccolo arbusto spontaneo appartenente alla famiglia delle Rosaceae, noto per le sue spiccate proprietà sedative e ansiolitiche, riconducibili alle proantociandidine in esso contenute. Si tratta di un ottimo ansiolitico naturale e coadiuvante del sonno in caso di agitazione. I suoi costituenti chimici sono: flavonoidi, leucoantocianidine, acidi triterpenici pentaciclici, acidi fenolcarbossilici, steroli, amine ed aminopurine.

La Lavanda (Lavandula angustifolia), appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, è utile per alleviare lo stress, l’ansia e i disturbi del sonno che ne conseguono. I fiori essiccati della lavanda sono ampiamente utilizzati per la preparazione di tisane rilassanti. I costituenti chimici della lavanda sono l’olio essenziale (linalolo, acetato di linalile, cineolo, canfora); tannini; idrossicumarine, acido caffeico e derivati.

Il Tiglio, grazie alla sua azione rilassante e sedativa sul sistema nervoso centrale è molto usato in forma di infuso per alleviare i disturbi d’ansia, favorire il rilassamento, combattere l’insonnia e migliorare il sonno. Inoltre è utilizzato anche per alleviare i disturbi delle vie aeree di bambini e adulti grazie alle proprietà delle mucillagini presenti nei fiori in grado di conferire proprietà antinfiammatorie contro tosse e catarro.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi approfondire leggendo anche questo ulteriore articolo: Insonnia Rimedi

Che differenza c'è tra tensione e corrente

Che differenza c’è tra tensione e corrente

Che cosa si intende per tensione elettrica

Per tensione elettrica si intende la differenza di potenziale tra due materiali conduttori, che si genera in seguito alla separazione delle cariche.
Le cariche positive e negative tendono ad attrarsi reciprocamente, generando un flusso che tende a riportare la situazione in equilibrio.
La tensione, che convenzionalmente viene indicata con la lettera V, è rappresentata da una freccia orientata dalla zona di accumulo delle cariche positive verso quella con cariche negative.

In altre parole si può affermare che la tensione è la pressione che si realizza all’interno di un circuito elettrico, finalizzata a consentire il movimento delle cariche elettriche per compiere un lavoro.
Tensione e pressione del flusso elettronico sono quindi due grandezze sovrapponibili, che vengono misurate in volt (V).

È chiaro che la tensione si genera quando è presente una differenza di potenziale tra due punti, necessaria per permettere l’insorgenza del movimento delle cariche.
In natura infatti ogni sistema tende a portarsi in una condizione di equilibrio, ed è proprio sfruttando questa capacità che viene generata l’energia richiesta per compiere un lavoro.

La tensione, che può essere di due tipi, a corrente continua (DC) oppure a corrente alternata (AC), viene di norma prodotta attraverso specifici generatori, in cui l’energia meccanica si trasforma in energia elettrica.

Che cosa si intende per corrente elettrica

Come indica chiaramente la sua denominazione, la corrente elettrica consiste nello spostamento di cariche negative (elettroni) che scorrono all’interno di conduttori metallici.
Nei conduttori il moto degli elettroni è assolutamente casuale e si verifica tra due zone caratterizzate da una differenza di potenziale, che spinge gli elettroni a muoversi per annullare la tensione.

Si tratta di un movimento ordinato di cariche elettriche, considerato come un flusso finalizzato e ristabilire una condizione d’equilibrio.
Perché tale condizione possa verificarsi è necessario che sussista una differente concentrazione di elettroni ai vertici del conduttore, responsabile del moto delle cariche stesse.
Maggiore è la differenza di potenziale, più grande è la tendenza degli elettroni a fluire all’interno del conduttore.

Esistono due tipi di corrente elettrica:
corrente continua
si distingue per intensità e tensione costanti nel tempo e per un unico verso di percorrenza da “+” verso “-“;
corrente alternata
possiede tensione e intensità variabili periodicamente, collegati a due distinti versi di percorrenza.

Che differenza c’é tra tensione e corrente

Anche se spesso vengono considerati due sinonimi, i vocaboli “tensione” e “corrente” in realtà indicano concetti differenti e ben distinti tra loro.
Come accennato, la tensione è una grandezza che dipende dalla differenza di potenziale presente tra due punti, mentre la corrente è il vero e proprio flusso elettronico.
Mentre la tensione indica la velocità di spostamento delle cariche, la corrente è il risultato dello stesso movimento e quindi in un certo senso dipende dalla tensione stessa.

Grazie alla notevole concentrazione degli ioni che si muovono ordinatamente da un polo all’altro, la corrente elettrica può avere differente intensità e quindi compiere un lavoro diverso.
La corrente, che consiste in una forma di energia derivante dalla differenza di potenziale, è quindi strettamente collegata alla tensione, anche se differisce da essa per numerosi aspetti.

Mentre la tensione corrisponde a una differenza di cariche elettriche tra due poli di un materiale conduttore, la corrente è la vera e propria quantità di cariche che fluiscono tra i due poli.
Si tratta di due grandezze fisiche collegate tra loro in quanto l’una non può esistere senza l’altra, e che funzionano sempre in correlazione reciproca e verso le cariche elettriche.

Sarebbe un grave errore confondere queste due entità poiché il funzionamento dei circuiti elettrici e il lavoro ad essi collegato dipendono essenzialmente dal loro corretto funzionamento.
È risaputo che nel settore dell’energia elettrica bisogna fare in modo che tutte le componenti dei singoli impianti siano perfettamente funzionanti, con particolare riguardo agli alimentatori (https://www.alimentatorishop.com/alimentatori-acdc), da cui in ultima analisi dipendono le singole prestazioni dell’intera componentistica.

Come fare una postazione gaming in casa

Come fare una postazione gaming in casa

Costruire una perfetta postazione da gaming in casa è un’operazione complessa e che deve seguire diverse semplici regole di base. Qualche utile consiglio online, qualche elenco dei migliori PC da gaming in offerta qui https://www.pcassemblati.eu/128-pc-gaming-in-offerta, possono darti senza dubbio una grande mano per comprendere quali sono tutte le componenti necessarie per fare la postazione da gaming perfetta per le tue esigenze. Scopriamo insieme ogni passaggio.

Fare una postazione da gaming in casa

Occorre sempre partire considerando con attenzione il budget che hai a disposizione. Poi comincia a dedicarti a costruire un progetto chiaro e funzionale che miri innanzitutto a fornirti una postazione comoda e pratica quando giochi. Se già capisci che la seduta, o la posizione del PC, o qualsiasi altra componente ti crea qualche ostacolo o impedimento allora ti conviene rivedere l’intera postazione da gaming. Scegli una stanza che sia illuminata in modo uniforme e completo, e che sia spaziosa e grande. E’ di enorme importanza che il tavolo o la scrivania su cui andrai a porre il tuo PC da gaming riceva sufficiente ricambio d’aria fresca, così da mantenere freddo il computer e le sue varie componenti quando stai giocando per un tempo piuttosto prolungato. Una finestra o un balcone diventano di grande aiuto proprio per il cambio dell’aria, ma stai attento ai possibili riflessi di luce sul monitor che possono causarti non pochi problemi mentre sei online a giocare. Assicurati perciò, prima di passare alle singole componenti fondamentali per allestire la tua postazione da gaming in casa, di crearti una zona di comfort ottimale, e dotata di un’illuminazione completa ma al tempo stesso strategica. La luce di cui hai bisogno per giocare deve essere infatti adatta e sufficiente, ma non eccessiva.

Le componenti di una postazione da gaming casalinga: scrivania e sedia

Detto dell’attenta valutazione preliminare da fare in merito al budget che hai a disposizione per allestire la tua postazione da gaming a casa, un primo passaggio importante è sicuramente la scelta della scrivania. Opta per un piano di gioco che sia pensato appositamente per supportare un PC, e che abbia dimensioni compatibili con gli spazi disponibili nella tua stanza. Altezza, larghezza e spazi diventano elementi personali che vanno adattati alle caratteristiche di gioco di ogni gamer. A seconda di quante componenti aggiuntive andrai a collegare alla tua postazione da gaming valuta scrivanie più o meno ampie. Parti comunque dal presupposto che questo angolo di gioco deve essere per te assolutamente e completamente comodo e confortevole. Altro elemento di grande rilevanza in questo senso è la sedia da gioco. Una postura corretta e rilassata è uno dei segreti per poter giocare bene e in tranquillità. Soprattutto se ti dedichi a lunghe sessioni di gaming dalla tua postazione a casa è necessario che tu abbia a disposizione una seduta molto comoda, magari pure ergonomica. Regola l’inclinazione dello schienale, l’altezza, la distanza dei braccioli, la profondità della seduta, e ogni altro parametro che ti possa garantire una buona comodità e dunque riduca i rischi di danni e problemi fisici. Online o in negozi specializzati sono in vendita sedie da gaming che vanno dai 50 euro fino anche a modelli più performanti da 200 o 250 euro.

Il PC da gaming in casa

La componente su cui chiaramente investire di più e meglio i tuoi soldi è senza alcun dubbio il computer che dovrai usare per giocare. Pochi spunti devono esserti ben chiari per procedere all’acquisto in modo sicuro e a te funzionale. Considera una scheda madre di prima scelta. Questo elemento guida e coordina tutti gli altri, perciò investire una parte consistente del budget qui è sicuramente consigliato. Meglio scegliere schede con supporto alle memorie RAM, che abbiano almeno qualche slot per memorie M.2, alcune porte SATA3 e un ingresso PCI-e X16 per l’unità video. Di seguito affidati ad un processore funzionale e rapido, che ti permetta di vivere i tuoi giochi in modo reale e assolutamente concreto da un punto di vista grafico. Ottima soluzione è poi quella di ricorrere ad una scheda video da installare come elemento aggiuntivo di grande qualità. Scegli un PC con RAM elevata, così da garantirti sempre un’esperienza di gioco eccezionale. 8 GB di RAM può rappresentare una soglia di tutto rispetto per un buon PC da gaming. Se necessiti di prestazioni di gioco ancora più elevate, e il tuo budget te lo consente, puoi aggiungere anche una memoria di massa per aumentare le prestazione del computer da gaming. Una spesa media per quanto concerne il PC da gaming parte dagli 800 euro circa, e può arrivare anche a 2000 o 2500 euro, per modelli particolarmente impegnativi e funzionali.

Le altre componenti da gaming

Tanti altri elementi possono essere aggiunti in una bella postazione da gaming in casa, e rendere così la tua esperienza di gioco ancora migliore. Sicuramente un mouse da gaming rappresenta un investimento importante ma altamente consigliato. Questo tipo di prodotto ti garantisce da subito prestazioni più performanti e altamente specifiche. Aumentata sensibilità, ottima connettività e i tasti programmabili preventivamente offrono soluzioni ideali per chi passa tanto tempo a giocare al PC. Ergonomia, comodità e prestazioni fanno ovviamente il paio con costi che salgono in base alla qualità del mouse che andrai a selezionare. Strettamente correlata alla scelta del mouse c’è anche quella della tastiera. Un gamer che si rispetti apprezzerà senz’altro la retroilluminazione RGB, una forma e un design ergonomici e adattati al gioco, una connessione diretta e forte che garantisca sempre prestazioni prive di interferenze. Le migliori tastiere sul mercato offrono anche soluzioni come la tecnologia a pressione, la facoltà al pari del mouse di programmare i tasti, il sistema anti-ghosting o il key rollover per pigiare più tasti in contemporanea con effetti ottimali. Da ultimo anche un ottimo monitor da gioco è estremamente importante per fare una postazione da gaming a casa. Scegli un supporto di almeno 24 pollici, meglio se moderno e Full HD o 4K/UHD.

In ogni caso valuta con attenzione quali sono le tue esigenze di gioco, e cerca di studiarti uno specifico piano di acquisto che ti permetta di comprendere a quali componenti per il gaming non potrai sicuramente fare a meno. Qualche altro utile consiglio su tutto ciò che può esserti funzionale per allestire una postazione gaming in casa lo puoi trovare qui https://www.pcprofessionale.it/news/software-news/videogame/scegliere-la-scheda-madre-pc-gioco/

Come trovare la web agency che offre servizi per il posizionamento Google?

Quando arriva il momento di posizionare un sito appena pubblicato o di migliorarne uno esistente, è fondamentale affidarsi a una web agency SEO che sia davvero competente, in grado di impostare una relazione con il cliente basata sulla trasparenza e la condivisione degli obiettivi. Abbiamo chiesto Operator Web, agenzia che si occupa di aiutare i clienti nella gestione di diversi servizi Google, cosa valutare prima della scelta.

SEO web agency: premia le realtà innovative e sempre al passo con Google

L’aspetto fondamentale per valutare una web agency che si occupa di SEO è senza dubbio il set di competenze esibito dal personale, che deve essere il più possibile focalizzato esclusivamente su quest’attività. A prescindere dalle figure che vengono affidati al progetto, è importante valutare un’agenzia in base alla presenza di una figura anche trasversale che sia esclusivamente SEO Specialist. Inoltre si dovrà prestare attenzione ai progetti realizzati dall’agenzia stessa e quanti di essi nello specifico hanno riguardato importanti campagne di posizionamento, così come valutare i contenuti (blog o ebook) pubblicati dal team di lavoro. Qrazie a questi, infatti, diventa possibile comprendere il grado di innovazione che viene implementato all’interno di un’agenzia che si occupa di SEO, disciplina per la quale il costante aggiornamento è fondamentale per riuscire a essere competitivi e offrire un servizio di valore.

Web agency SEO: valuta le tempistiche concordate in modo realistico

Nonostante molti di noi siano ormai abituati ad avere tutto e subito e, in ambito professionale, si vorrebbe ottenere risultati nel minor tempo possibile, le strategie SEO hanno i loro tempi. Le competenze da sole, pur imprescindibili, purtroppo non bastano, perché la SEO richiede costanza, che si traduce in un monitoraggio continuo e in piccoli aggiustamenti puntuali, ma anche nel dover attendere che l’algoritmo di Google processi il cambiamento in atto e lo valuti in maniera positiva. L’operato di una web agency specializzata in quest’ambito deve perciò essere valutato su un arco di tempo per lo meno semestrale, un periodo generalmente sufficiente a vedere i primi miglioramenti anche a fronte di obiettivi molto ambiziosi.

Web agency per il posizionamento: come interpretare la leva del prezzo

Si potrebbe essere tentati, nello scegliere una web agency per supportare il proprio posizionamento sui motori di ricerca, di puntare su fornitori che presentano preventivi molto allettanti. Tuttavia, come sanno gli esperti del settore, la SEO è probabilmente uno dei degli ambiti più costosi del digital marketing e a ragion veduta. Si tratta infatti di un lavoro che presuppone un’analisi molto approfondita e dettagliata, non sono delle esigenze del singolo cliente, bensì del contesto di riferimento all’interno del quale si inserisce.

Dallo studio del target a quello della concorrenza, dall’individuazione delle parole chiave all’implementazione delle tattiche volte a migliorare il posizionamento fino alla risoluzione puntuale degli errori: trovare ottimi professionisti che si occupino di SEO porta molti benefici e di conseguenza richiede un investimento in termini economici. Scegliere l’agenzia o il consulente a cui affidare la propria strategia SEO diventa perciò un passo imprescindibile per assicurarsi un servizio professionale, in grado di garantire un’elevata probabilità di successo. Un’agenzia SEO che si occupa davvero dei propri clienti non illuderà con facili promesse o con prezzi eccessivamente bassi, ma saprà illustrare passo dopo passo quali sono i reali costi delle attività, mostrando, prima con le parole e poi con le azioni, il reale vantaggio che deriva dall’investimento in una strategia SEO realizzata a regola d’arte.

Come scrivere SMS promozionali efficaci

Come scrivere SMS promozionali efficaci

La forza dell’SMS Marketing è indubbia e i numeri lo dimostrano. Sono moltissime, infatti, le aziende di digital marketing che utilizzano questo strumento per realizzare campagne ad hoc e mandare SMS massivi.

Ma vediamo di scoprire di più sull’argomento e come scrivere SMS promozionali efficaci.

SMS Marketing: come scrivere messaggi efficaci

La prima cosa che bisogna fare una volta compreso l’obiettivo del proprio cliente, è comprendere assieme a lui quali sono gli utenti a cui vuole rivolgersi.; bisogna insomma circoscrivere il pubblico a cui destinare la campagna pubblicitaria. Solo dopo aver definito questi punti si potrà allora passare allo step successivo, quello di realizzazione della campagna stessa e di creazione del messaggio. Il testo che andrà a comporre l’SMS dovrà infatti rispettare il target di utenti a cui verrà inviato, usando un tono di voce e un registro linguistico consoni alla situazione.

Questo discorso potrebbe sembrare una banalità, ma nulla è più sbagliato: la stessa promozione prenderà strade completamente diverse, a livello puramente comunicativo, in base a chi dovrà essere indirizzato l’SMS: insomma, per fare un esempio piuttosto estremo, non potrete comunicare con un/una giovane allo come comunicate con una persona anziana!

Premesso questo, bisognerà poi individuare quali sono i punti fondamentali della promozione o del brand che si vuole pubblicizzare e far risaltare gli aspetti più forti a livello comunicativo. Fondamentale sarà la prima parte dell’SMS, che comparirà nell’anteprima del messaggio ricevuto e dovrà catturare l’attenzione dell’utente, convincendolo quindi ad aprire l’SMS stesso e leggerlo per intero.

Quali informazioni bisogna inserire nella prima parte del messaggio?

Per rispondere a questa domanda, bisogna prima capire quale tipologia di SMS si vuol utilizzare. Nel caso in cui scegliate di usufruire del cosiddetto “mittente personalizzato”, infatti, l’impostazione del vostro messaggio cambierà di conseguenza.

Cos’è un mittente personalizzato?

In breve, si tratta della possibilità di inviare messaggi di alta qualità, vale a dire una tipologia che da la possibilità (a fronte ovviamente di un costo leggermente maggiore), di inserire un nome appunto personalizzato nella parte in alto, prima del messaggio scritto. Nel concreto, significa che l’utente che riceverà l’SMS vedrà come prima cosa il nome del brand che sta inviando il messaggio, invece di un numero anonimo. I vantaggi di questo tipo di SMS sta nel fatto che ognuno di noi potrà in questo modo rendersi immediatamente riconoscibile, senza dover “sprecare” alcun carattere disponibile per l’SMS vero e proprio.

Un vantaggio non da poco, questo, considerando il fatto che si ha a disposizione un massimo di 160 caratteri!

Una volta definito questo aspetto, bisognerà poi capire quali leve utilizzare per far presa sull’utente e convincerlo della validità e vantaggiosità di ciò che si sta offrendo. Se presenti, sarà sicuramente importante inserire all’interno del messaggio sconti e promozioni vantaggiosi per l’utente, che in questo modo sarà certamente invogliato a compiere l’azione finale, che inseriremo nell’ultima parte dell’SMS.

L’azione che dovrà compiere l’utente sarà diversa in base alle circostanze e agli obiettivi che si vogliono raggiungere. Si può per esempio realizzare un SMS “drive to store”, dove quindi l’utente viene espressamente invitato a venire nel nostro negozio (di cui è sempre meglio indicare l’indirizzo) per poter usufruire degli sconti e vantaggi proposti nell’SMS; oppure, possiamo invitare l’utente a cliccare su un link per visualizzare una landing page (pagina web di atterraggio), in cui inseriamo maggiori informazioni sugli sconti e sui prodotti che vogliamo pubblicizzare e, alla fine, della pagina, possiamo inserire un form che l’utente dovrà compilare con le proprie informazioni nel caso in cui sia interessato a ciò che offriamo e voglia essere richiamato per saperne di più. In questo caso, la campagna di SMS Marketing avrebbe lo scopo di fare lead generation, generare quindi contatti di potenziali clienti da intercettare in un secondo momento per convincerli a compiere un acquisto.

Ricorda poi che l’SMS Marketing è uno strumento efficace proprio grazie alla sua immediatezza ed efficacia. Questo significa che, a prescindere dal target di utenti a cui sarà rivolta la campagna pubblicitaria, sarà fondamentale utilizzare un linguaggio semplice, ematico ed intuitivo, che non lasci spazio a dubbi e faccia capire immediatamente ciò che si vuole proporre.

Per scrivere SMS promozionali efficaci è infatti fondamentale instillare subito la curiosità nell’utente che lo leggere e fargli capire quali vantaggi potrà ottenere: solo in questo modo potremo veramente ottenere un risultato soddisfacente e aumentare le vendite grazie all’SMS Marketing.

Eolica Expo Mediterranean l’evento internazionale per il settore eolico

Eolica Expo Mediterranean: l’evento internazionale per il settore eolico

Eolica Expo Mediterranean, è stato per anni l’evento internazionale italiano leader per la promozione del settore dell’energia eolica. Un’opportunità per lo scambio di informazioni e contatti con gli operatori dei Paesi dell’area del Mediterraneo. 

Una Fiera Internazionale finalizzata allo sviluppo e alla promozione del mercato dell’energia generata dal vento, sostenendo progetti realizzati con fonti rinnovabili in Italia e nel mondo. 

Eolica Expo Mediterranean si è occupata anche delle seguenti nuove aree tematiche:

  • WINVERTER: area dedicata ai produttori di inverter per l’industria eolica
  • HI-VOLTS & GRIDS: area dedicata a sistemi, tecnologie e reti per la trasmissione ad alta tensione
  • COMPOMAT WIND: area dedicata ai produttori di materiali compositi e relative tecnologie per l’industria eolica 

La 11a edizione di Eolica Expo Mediterranean si è tenuta alla Fiera di Roma, dal 18 al 20 settembre 2013, in collaborazione con ANEV – Associazione Nazionale Energia del Vento, collocandosi all’interno del grande salone Zero Emission, appuntamento internazionale dedicato alle energie rinnovabili.

Richiamando espositori e visitatori da tutta l’area del Mediterraneo, la fiera Eolica Expo Mediterranean è stata una delle prime fiere che ha puntato il suo interesse sul tema dell’energia, trovando il suo focus nell’energia eolica.

Durante l’evento ci si è confrontati sui temi ambientali dell’innovazione, ricerca e per la creazione di applicazioni moderne per la realizzazione di impianti non inquinanti

Responsabili di aziende pubbliche e private, ingegneri, progettisti, designer industriali, architetti, società di importazione ed esportazione, ricercatori, sono intervenuti per fornire assistenza specifica, consulenze e progettazione per ridurre le emissioni nocive nell’ambiente. 

Alla sezione espositiva si sono affiancate, dibattiti e conferenze, dove esperti e ricercatori del settore hanno offerto momenti di formazione e confronto. 

Vento fonte di energia emissioni zero

L’energia eolica su piccola scala, soprattutto in combinazione con il fotovoltaico, sta guadagnando sempre più interesse, in quanto offre un grande potenziale per la salvaguardia del pianeta.

L’integrazione di queste due tecnologie potrebbe aiutare le aziende ad essere più pulite, meno inquinanti dal punto di vista delle emissioni di carbonio.

L’interesse per questa interazione energetica sta guadagnando terreno alla luce dell’aumento dei prezzi dell’elettricità e della direzione sociopolitica in cui ci stiamo dirigendo, per investire maggiormente nelle energie rinnovabili in futuro.

Il vento è una fonte di energia rinnovabile pulita da dover sfruttare. Utilizzare il vento per produrre energia ha meno effetti sull’ambiente rispetto a molte altre fonti. 

Le turbine eoliche non rilasciano emissioni che possono inquinare l’aria o l’acqua e, non richiedono liquidi per il raffreddamento. 

Tra i vantaggi dell’uso delle turbine eoliche c’è la riduzione dell’uso di combustibili fossili, il che si traduce in un minore inquinamento e meno emissioni di anidride carbonica nell’aria.

L’energia eolica su piccola scala, non i parchi eolici che non piacciono a chi difende il territorio, è utile per l’approvvigionamento energetico per applicazioni commerciali, agricole, ma anche per gli edifici privati.

Per ottenere il massimo livello possibile di autosufficienza, l’energia prodotta in combinazione con vento e fotovoltaico potrebbe essere un buon metodo per fornire energia sufficiente per il riscaldamento durante le stagioni più fredde.

Nel 2019, circa 60,4 GW di energia eolica sono stati aggiunti a livello globale, il che lo rende il secondo anno più fecondo, dopo il 2015 (63,8 GW), portando la capacità globale cumulativa di energia eolica a 651 GW. La massiccia installazione di turbine eoliche è stata principalmente il risultato di un anno forte sia in Cina che negli Stati Uniti.

I fattori socioeconomici, ambientali e politici influenzano l’andamento dell’energia eolica. Sulla scelta dell’energia eolica, può avere impatto anche la pandemia COVID-19 in correlazione con l’andamento economico e lo scenario degli investimenti e dei finanziamenti a livello globale.

Come è possibile ottenere una visura online

Come è possibile ottenere una visura online?

Cosa è la visura camerale e come è possibile ottenerla online su predeion.it

La visura camerale altro non è che un documento stilato e sempre in aggiornamento messo a disposizione dalle Camere del Commercio, dell’Artigianato ed Agricoltura e dell’Industria. In linea di massima, la visura camerale racchiude tutte le informazioni e i dati relativi a specifiche imprese presenti sul territorio nazionale, sia collettive che individuali, iscritte regolarmente nel Registro delle Imprese.

In particolare, le informazioni inserite nel documento di visura camerale ordinaria si riferiscono alla data di inizio dell’imprese, alla posizione della sua sede legale, allo stato aggiornato dell’attività (ad esempio se è attiva, in liquidazione o cessata) e tutti i dati relativi al capitale sociale. Inoltre, sono presenti dettagli riguardanti il personale dell’impresa, vale a dire i dati anagrafici dell’imprenditore e dei soci, e le diverse cariche sociali facenti parte della gerarchia che la caratterizza. In più, sono specificate, se presenti, le certificazioni di qualità, oltre che la partita Iva, il codice REA (Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative) e il numero totale di dipendenti riferito all’anno corrente.

Ottenere questo documento sul web non è mai stato così semplice, e occorrono solo pochi passaggi: è possibile ottenere una visura online su predeion.it

A cosa serve la visura camerale

Il documento di visura camerale è utile a diversi soggetti per raccogliere informazioni ed eseguire successive valutazioni su una specifica impresa. Ad esempio, gli investitori possono farne uso per comprendere la qualità del lavoro di un’impresa, così come i creditori possono usufruirne per identificare il soggetto contro il quale muoversi in modo da riacquistare il loro diritto o per esaminare la presenza di beni pignorabili.

Come richiedere una visura camerale online

Richiedere una visura camerale online relativa ad una specifica impresa è un procedimento facile e immediato. Si tratta, infatti, di una procedura assai intuitiva per cui è necessario avere a disposizione poche ma essenziali informazioni riguardanti l’impresa di cui si vuole ottenere il documento. Basta recarsi sulla pagina di ricerca ed inserire negli appositi spazi da compilare il Codice Fiscale dell’impresa o, in alternativa, il codice REA con relativa provincia di appartenenza. Nel caso in cui non si abbiano a disposizione questi dati, è possibile ricorrere alla ricerca digitando il Nome dell’impresa, ovvero la Ragione Sociale.

C’è da tenere in considerazione, prima di iniziare la ricerca, che non tutte le imprese sono soggette ad iscrizione presso la Camera del Commercio, e di conseguenza il documento di visura camerale relativo a ciascuna di queste, potrebbe non essere reperibile. Fra i soggetti esenti ricordiamo ad esempio i liberi professionisti, le aziende agricole, gli studi associati, i medici, gli enti no-profit, le associazioni, le fondazioni e le cooperative.

Nel momento in cui la ricerca sia andata a buon fine, il servizio provvederà ad inviare una email all’indirizzo che è necessario fornire nei campi da compilare, e dopodiché sarà possibile procedere con il download del documento di visura camerale cliccando semplicemente sul link allegato.

Chi può richiedere una visura camerale online

Le informazioni detenute dalle Camere di Commercio riferite alle diverse imprese italiane regolarmente registrate sono dei dati pubblici, e in quanto tali possono essere richieste da chiunque. Di conseguenza, anche la visura camerale rientra fra le documentazioni che è possibile ottenere senza alcun ostacolo in modo da poter raccogliere informazioni riguardo la specifica impresa di interesse. Questo vale per tutte le imprese iscritte al Registro e occupanti il territorio nazionale. Soggetti come il titolare dell’attività d’impresa o il legale rappresentante possono ricevere gratuitamente il documento di visura camerale relativo all’impresa in loro possesso. In questo caso, è necessario essere forniti di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o della Carta Nazionale dei Servizi (CNS), vale a dire credenziali messe a disposizione in modo gratuito direttamente dalle Camere di Commercio. Attraverso questi strumenti, infatti è possibile certificare la propria identità in modo da paragonarla con la carica censita nel Registro Imprese.