Prezzo dei Fagioli di Sarconi: quanto costa il legume tipico della Lucania

Qual è il prezzo dei Fagioli di Sarconi? Questa è una delle domande più frequenti tra i turisti che scelgono di trascorrere un weekend o più giorni in Lucania e desiderano acquistare il legume simbolo del territorio. Ma perché i Fagioli di Sarconi sono così speciali? Tutto merito delle temperature eccezionalmente basse che si registrano nella Lucania durante la stagione estiva, insieme alla disponibilità di acqua. Questo mix irripetibile nel resto d’Italia fa sì che i Fagioli di Sarconi siano una delle specialità regionali più richieste dai turisti in visita nella storica regione della Basilicata.

Prezzo dei Fagioli di Sarconi

Il prezzo dei Fagioli di Sarconi è fissato a 7,00 euro per una confezione di prodotto pari a 500 g. Il costo è uguale per qualsiasi varietà associata ai Fagioli di Sarconi: Tuvagliedda Rossa, Ciuoto, Fasuli Risi, Nasieddu Nero e San Michele Rosso. Acquistandoli sul sito ufficiale Sapore dei Sassi (per collegarsi è sufficiente accedere all’indirizzo saporedeisassi.it), si ha diritto alla spedizione gratuita se l’ordine ha un valore complessivo pari o superiore a 90 euro. In caso contrario, le spese di spedizione ammontano a 7,90 euro.

I tempi di consegna sono stimati in 24/48 ore dall’accetazione del pagamento, mentre potrebbero occorrere 24 ore in più per consegnare il pacco nelle regioni Calabria, Sardegna e Sicilia. Per quanto riguarda, invece, le modalità di pagamento accettate per l’acquisto dei Fagioli di Sarconi, si annoverano le carte Visa, MasterCard e Maestro, oltre a PayPal, bonifico bancario e contrassegno (quest’ultimo determina un sovrapprezzo di 5,50 euro ed è ammesso per ordini di valore pari o inferiore a 330 euro).

Varietà dei Fagioli di Sarconi

Ciuoto, Fasuli Risi, Nasieddu Nero, San Michele Rosso e Tuvagliedda Rossa sono le principali cinque varietà dei Fagioli di Sarconi (in commercio si trovano anche le varietà note con l’appellativo di Munachedda Nera, Munachedda Chiara, Tabacchino, Tuvagliedda Marrone, Tuvagliedda Scura, Verdolino). La variante Ciuoto è quella più antica, contraddistinta da una buccia molto sottile per cui si rende quasi superflua l’operazione di ammollo, eseguita per rendere più semplice la sfaldatura della buccia stessa. Si presenta con alcune venature violacee e un corpo bianco.

I Fagioli di Sarconi Fasuli Risi sono tra le migliori varietà dal punto di vista della composizione organolettica. Per essere certi di fare un figurone con gli ospiti o il resto della famiglia, il consiglio è di servirli abbinati con la pasta corta di Gragnano e le cozze. Un’altra varietà speciale è quella conosciuta con il nome di Nasieddu Nero.

Si distingue dagli altri per alcune macchie nere posizionate alle due estremità. Ha un gusto delicato e dolce, ma soprattutto si adatta alla perfezione a qualsiasi tipo di ricetta che richieda l’utilizzo dei fagioli durante la preparazione. Le ultime due varietà più gettonate dei Fagioli di Sarconi sono il San Michele Rosso e la Tuvagliedda Rossa. La variante San Michele Rosso è ideale per i secondi piatti di carne, e inoltre vanta una cottura molto rapida. Deve il suo nome per il colore della pianta rampicante da cui viene ricavato. Infine, la varietà Tuvagliedda Rossa dei Fagioli di Sarconi si presta a qualsiasi tipo di ricetta, dalla più semplice alla più complessa, ed è facilmente riconoscibile per via della presenza di alcune macchie rosse non uniformi.

Bruno Moretti

Torna in alto