Vantaggi e svantaggi dell'erba light

Vantaggi e svantaggi dell’erba light

In Italia, ma come recentemente anche in altri paesi del mondo, sempre più importanza sta acquisendo la Cannabis light o erba light. Questa è una variante alla canapa “normale” illegale, poiché i livelli di THC sono consoni a non creare dipendenza, limitando i danni sia psicologici che fisici che può provocare questa sostanza psicotropa. A contrastare l’effetto del THC, si trovano chiaramente alti valori di CBD che rendono la marijuana leggera più benefica e molto meno dannosa per la salute di chi la consuma.

La legge del 2016, numero 224, rende possibile sia la vendita che il consumo della canapa light, in negozi autorizzati sia online come questo sito che vende erba light online. In questo modo sarai certi di star comprando della cannabis in modo legale, evitando così di incappare in qualche truffa dare del denari nelle mani sbagliate, come quelle della criminalità organizzata.

A proposito poi del consumo, si consiglia sempre di non procedere con la combustione, specialmente quando lo si fa con del tabacco. In tal caso, potrebbe cerare dipendenza, ed in soggetti che hanno problemi alle vie respiratori potrebbe essere talvolta fatale. Ci sono infatti alcune indicazioni a rispettare per un uso responsabile della sostanza. Andiamo adesso a veder quali sono le caratteristiche chimiche della cannabis light, i vantaggi e gli svantaggi e dove acquistarla in tutta sicurezza.

Perché l’erba light è considerata legale rispetto alla marijuana “normale”?

La risposta, brevemente accennata anche in precedenza, è molto semplice. Siccome la presenza di THC è molto scarsa, mentre quella di CBD è al contrario molto elevata, gli effetti benefici della sostanza vengono esaltati e i danni che possono recare all’organismo sono davvero minimi. Non è un caso infatti che uno Stato come l’Italia, abbia introdotto la possibilità di acquistarla liberamente. Basta pensare che in termini percentuali, la THC presente nella canapa light, è di circa 0.2% e in alcuni casi, seppur rari, si può arrivare a un massimo di 0.5%. Insomma, dosaggi innocui alla salute dell’uomo.

Tutt’altre sono le percentuali di CBD, che possono arrivare anche a sforare il 6.0 % in alcuni casi. In questo modo, le conseguenze psicotrope e la dipendenza che crea la marijuana illegale sono letteralmente eliminate. Molteplici possono essere i vantaggi di un responsabile della cannabis light, ma nonostante ciò, vi sono anche dei contro da sottolineare.

Quali sono i vantaggi e svantaggi dell’erba light?

I vantaggi dell’erba light sono da individuare a livello antinfiammatorio, antiossidante, rilassante, antidepressiva, antidolorifica e molto altro ancora. Queste sono solo alcuni dei benefici che rendono la sostanza particolarmente adatta da utilizzare per i soggetti che hanno difficoltà a rilassarsi, soffrono di insonnia, hanno disturbi come ad esempio la bulimia e l’anoressia e anche in casi gravi di depressione. Le proprietà conferiscono alla canapa proprietà antiossidanti ed è perfetta per la cura della propria cute, dell’acne e di problemi legati alla purificazione dell’organismo.

Per quanto riguarda l’anoressia e la bulimia, in genere provocano forti sensazioni di nausea e nel primo caso anche una perdita dell’appetito, dovuta ad una particolare condizione menale. L’utilizzo della cannabis può stimolare la fame e placare la nausea se consumata nelle giuste proporzioni. Quanto alle controindicazioni, la canapa light può contrastare l’effetto di farmaci e per questo motivo è bene informarsi online o consultare un medico.

Inoltre è consigliata l’assunzione sotto forma di tisane, alimenti e cose del genere, altrimenti si rischia, bruciando i semi e la pianta, di contribuire alla formazione di problemi alle vie aeree, proprio come il tabacco.